Prezzo dinamico hotel- Dynamic pricing

prezzo dinamico

In una visione Revenue Oriented si parla di “pricing dynamic o dinamicità dei prezzi” per indicare le politiche commerciali e di tariffazione decise dall’albergatore secondo cui le camere vengono vendute applicando strategie e prezzi diversi secondo vari parametri, tra cui:

  • tipologia di mercato (ad. esempio, se la mia clientela è specificatamente straniera mi sarà utile sapere che, ad esempio, gli australiani sono soliti prenotare 90 o più giorni prima del loro arrivo, quindi si potrebbe pensare a costruire o per loro un’adeguata offerta in termini tariffari legata all’”advance booking”, diffusa tramite un mailing o una campagna di Pay per Click su Google dedicata a tale mercato);
  • analisi dei segmenti: si potrebbe avere diversi tariffari sulla base della clientela da soddisfare. Posso avere una politica tariffaria per i clienti abituali, un’altra per i walk-in e così via;
  • canale di prenotazionequi distinguiamo almeno 3 politiche di tariffazione per prenotazione dirette, prenotazioni tramite OTA e infine le prenotazioni intermediate;
  • calendario eventi: ovvio che venderò camere ad un listino superiore nel mkmento in cui mi avvicino ad un particolare evento, annuale o stagionale, che abbia un forte richiamo sul territorio. 

 

Potrebbe interessarti anche: